Le app imprescindibili per un profilo Instagram al top

Una guida per orientarsi tra le centinaia di app presenti sui mobile store

L’immagine è tutto, soprattutto nella comunicazione online, e Instagram è sicuramente il social che più di ogni altro riesce a valorizzare immagini e video. Ma per un visual storytelling di qualità è necessario ottimizzare i contenuti e renderli davvero interessanti.

Da tempo sogni un feed armonico e efficace, vorresti anche pubblicare Instagram Stories davvero d’impatto e risparmiare tempo programmando i tuoi post, ma non sai come fare? Sappi che sono tante e diverse le app che rispondono alle tue esigenze. Tutte molto utili, alcune addirittura indispensabili, per avere un profilo davvero al top. Per aiutarti a orientarti tra le centinaia e centinaia di tool disponibili negli store, abbiamo pensato di suggerirti i più facili e intuitivi.

Editing fotografico

Snapseed non solo ha tutti i filtri di Instagram, ma ti permette di utilizzare diversi strumenti professionali: la correzione degli occhi rossi, la rimozione di un intruso da una foto, l’inserimento di cornici e bordi.

Lightroom, invece, è l’app più adatta se sei un vero appassionato di fotografia. Offre una serie di soluzioni per un editing professionale al pari della versione per desktop del celebre programma Adobe: il raddrizzamento automatico, il bilanciamento dei colori, la riduzione dei disturbi, la regolazione della grana e molto altro ancora.

VSCO ti permette di scattare foto direttamente dall’app regolando separatamente la messa a fuoco e l’esposizione. Ha una varietà di strumenti di base (vignettatura, regolazione, nitidezza, ecc.) ed è molto utile per creare l’alternanza di toni caldi e freddi che ha fatto il successo di alcuni feed molto seguiti. VSCO, oltre ai pacchetti a pagamento, ogni tanto mette a disposizione anche dei filtri gratuiti. In alternativa, pupi usare Color Story, che è molto simile.

E se vuoi pubblicare selfie perfetti?
Facetune è l’app giusta. Ti permette di trasformare, gratuitamente, un autoscatto poco nitido, magari buio, in un’immagine luminosa che dà alla pelle un effetto da sogno grazie alle funzioni sfoca, leviga e sbianca.

Layout e scritte

ll primo tool che vogliamo consigliarti per creare grafiche dall’aspetto professionale è Canva. Hai a disposizione una libreria di template, font e elementi grafici per tutti gli utilizzi, non solo social ma anche offline. In più con la app per iOS e Android, puoi dare libera espressione alla tua creatività quando vuoi e dove vuoi.

Un’alternativa può essere Adobe Spark, che però secondo noi, però, è più macchinoso da usare.

Passiamo ora agli effetti speciali. Vuoi aggiungere scritte animate alle tue immagini? La soluzione giusta è Legend, che ti dà la possibilità di aggiungere headline, frasi e scritte animandole con l’effetto che più ti piace. Come funziona? Scarichi l’app, scegli l’animazione, individui uno sfondo e salvi il contenuto. Infine, scegli se pubblicare l’immagine nel feed o tra le Stories.

Se invece vuoi creare un collage di foto e video puoi usare PicPlayPost: con questa app, disponibile per Android e iOS, puoi generare griglie in grado di racchiudere diversi scatti, ma anche più contenuti video.

Feed

Passiamo ora alla preview del feed. Per esperienza ti consigliamo due app: Unum e Planoly (quest’ultima fruibile anche da desktop). Sono entrambe un’utile soluzione per creare gli abbinamenti migliori e capire in che ordine pubblicare le foto. Attraverso una griglia è possibile spostare le foto dove più credi opportuno e con Planoly hai un’ulteriore possibilità: la programmazione e la pubblicazione automatica dei post.

A proposito di programmazione, sai che esistono anche altri tool più specifici?

Programmazione post

Hootsuite, Buffer e Postpickr (un tool completamente italiano) sono solo alcune delle possibilità tra cui scegliere. Nessuna di queste, però, ha la pubblicazione automatica, almeno nella versione gratuita. Il giorno in cui è prevista la pubblicazione, all’ora stabilita, ti viene inviata una notifica sull’app: basta confermare per pubblicare il post sul profilo Instagram collegato e il gioco è fatto!

Esistono però altri tool di programmazione freemium, ad esempio Onlyput e Later, che sfruttano le API di Instagram e quindi pubblicano in automatico. Ma, per una gestione professionale, meglio scegliere i piani a pagamento. A te la scelta!

Instagram Stories

Che dire delle Stories? Dati alla mano, risultano essere la funzionalità più amata dal pubblico social, con oltre 250 milioni di utenti giornalieri, alla data di agosto 2017. Numeri impressionanti che hanno permesso di distanziare definitivamente la rivale Snapchat. Impossibile non includerle nella tua strategia di comunicazione. Momenti di vita quotidiana, eventi, prodotti raccontati in modo immediato e diretto e conditi da un tocco di creatività.

Ma c’è un unico inconveniente: si tratta di contenuti effimeri, della durata di solo 24 ore. Come ovviare a questo problema e salvare le stories che ti piacciono di più? In nostro aiuto arriva una favolosa app chiamata Repost Story for Instagram, che permette di scaricare sul proprio dispositivo i tuoi contenuti preferiti.

E se invece hai un video girato in orizzontale ma vuoi pubblicarlo sulle Instagram Stories che, si sa, prediligono contenuti verticali, che fare? Scaricare InShot – Editor video e Foto! Con questo tool non solo hai la possibilità di ruotare i video, ma è possibile tagliarli, modificarli e aggiungere un sottofondo musicale.

Come ripostare le proprie Stories di Instagram su altri social network? Semplice, usa Story Reposter! Anche in questo caso l’app è disponibile per iOS e Android.

Dopo questa lista, non ti resta che iniziare a ottimizzare il tuo profilo!

[wpdevart_facebook_comment curent_url="https://studioreclame.it/blog/volare-e-lavorare-con-il-drone-leggi-rischi-sanzioni/" order_type="social" title_text_color="#000000" title_text_font_size="22" title_text_font_famely="monospace" title_text_position="left" width="100%" bg_color="#d4d4d4" animation_effect="random" count_of_comments="2" ]